Involtini ubriachi

Mangiare carne rossa a casa mia è una cosa alquanto rara, in quanto non ne siamo particolarmente ghiotti, ma ogni tanto la acquisto e cerco quindi soluzioni sfiziose per farla apprezzare.
Così ho fatto anche sabato quando ho preparato questi gustosissimi involtini di carne mista, ripieni di cotto, gratinati al forno, ma con la particolarità di un delicato retrogusto di vino negramaro.
Ora vi spiego meglio, vi elenco prima gli ingredienti necessari.

Ingredienti:
Fettine sottili di carne
di vitello e di maiale
Prosciutto cotto a fette
Parmigiano, sale, pepe
Pangrattato
Farina di mais
Rosmarino, Origano e Salvia
Olio evo
Latte
Vino rosso Negramaro



Procedimento:
Preparare con largo anticipo gli involtini, anche il giorno prima se possibile, procedendo in questo modo.
Tritate finemente il prosciutto cotto, aggiungendo parmigiano, sale e pepe (se gradito).
Disponete le fettine di carne su un tagliere, distribuite sopra la farcia di prosciutto cotto, arrotolate e chiudete l'involtino con uno o due stuzzicadenti.
Riporre in frigo per minimo un'ora. Trascorso il tempo, riponete in una capiente ciotola gli involtini, aggiungete dell'olio e del latte in parti uguali e lasciateli macerare per circa un'ora, avendo cura di rigirare più di una volta gli involtini.
Nel frattempo potete preparare la gratinatura, in una coppa unite il pangrattato e la farina di mais in parti uguali, aggiungete gli aromi che preferite, per me rosmarino, origano e salvia, aggiungete il sale e mescolate per bene.
Tutto il sughetto prodotto dagli involtini, fatti macerare, non lo eliminate, ma conservatelo in un altro contenitore.
A questo punto versate circa un bicchiere di Vino rosso negramaro nella ciotola degli involtini (personalmente ho utilizzato un bicchiere per circa 15 involtini) e lasciateli "ubriacare" per 20 minuti.
Dopodiché passate gli involtini, uno alla volta, nel mix per la gratinatura, già preparato in precedenza, e poneteli su una teglia oliata con il sughetto messo da parte dalla macerazione.
Cuocete in forno caldo a 180° per circa 40 minuti.
Io gli ho serviti su un piatto di "tagliatelle" di carote condite con aceto balsamico, sale e olio evo.

Buon appetito!!!