Pandoro sfogliato....che soddisfazione

La ricetta che ho provato per la realizzazione di un grande must natalizio è quella delle Sorelle Simili nella versione della mia cara amica virtuale Oriana, ovvero Fantazuccherando. Vi riporto pari pari la sua ricetta, io ho aggiunto per un sapore più intenso una boccettina di aroma pandoro o burro&vaniglia che ho trovato dal mio negoziante di articoli dolciari di fiducia.
Armatevi di tanta pazienza e tempo....il risultato è strepitoso e sarete felicissimi di offrirlo ai vostri ospiti.


Ingredienti totali
450 gr farina manitoba
140 gr zucchero
170 gr burro
4 uova
120 gr. pasta madre solida (rinfrescata 1 volta)
130 gr. acqua
1 cucchiaino di sale
1 stecca di vaniglia (o vanillina)
1 aroma Pandoro (mia personale aggiunta)
burro e zucchero a velo per lo stampo+ zucchero a velo per lo spolvero finale

Prima cosa rinfreschiamo la pasta madre, io ho fatto al mattino presto e dopo 4 ore ne ho utilizzato 120 gr.

Il pandoro si divide in diverse fasi di lievitazione:

LIEVITINO
120 gr. di pasta madre solida
130 gr acqua tiepida
70 gr farina
15 gr. zucchero
1 tuorlo
Sciogliere il lievito nell'acqua e poi mettere gli ingredienti nella planetaria e fare andare bene fino ad avere un composto amalgamato e liscio. resterà molto fluido lo mettiamo a lievitare in luogo tiepido per circa 4 ore, fino al raddoppio.

PRIMO IMPASTO
aggiungiamo al lievitino:
200 gr farina
25 gr zucchero
30 gr burro
1 uovo
come prima cosa aggiungiamo al lievitino lo zucchero, la farina e l'uovo e facciamo andare la planetaria. quando è ben amalgamato uniamo il burro lavoriamo ancora fino a che il composto non sarà omogeneo e poi rimettiamo in ciotola facciamo lievitare coperto in luogo tiepido fino al raddoppio,altre 4 ore.

SECONDO IMPASTO
aggiungiamo al primo impasto:
180 gr farina
100 gr zucchero
2 uova
1 cucchiaino di sale
la vaniglia
140 gr burro a temperatura ambiente per sfogliare
Come prima cosa uniamo le uova, lo zucchero, la farina, il sale, la vaniglia, lavoriamo con la planetaria bene l'impasto fino a che non sarà ben amalgamato, poi lo mettiamo in una ciotola unta di burro e lo facciamo lievitare coperto circa 2-3 ore fino al raddoppio.

Dopo questo tempo lo mettiamo in frigo per qualche ora, poi lo leviamo, lo passiamo sulla spianatoia e lo lavoriamo un pò. Iniziamo a tirare la pasta in un quadratone e mettiamo al centro il burro ammorbidito, richiudiamo per racchiudere il burro e spianiamo delicatamente fino ad ottenere una lunga striscia che andremo a ripiegare in tre e mettiamo in frigo a riposare per una ventina di minuti.
Compiamo quest'operazione per altre due volte. Se occorre via via spolveriamo di farina la spianatoia.
A questo punto con le mani unte di burro andiamo a formare una palla facendola ruotare sulla spianatoia e rigirando i bordi verso una parte in modo da "chiuderla"andiamo a mettere questa palla (con la parte liscia verso il fondo dello stampo, teniamo cioè la parte con i lembi ripiegati verso di noi) nello stampo da pandoro (alto circa 16 cm, largo circa 20 cm nella parte più larga, capacità 3 litri) semplicemente imburrato e spolverizzato di zucchero a velo.

Facciamo lievitare inforno spento per una notte (8-10 ore) fino a che la pasta non arriva al bordo dello stampo.
Inforniamo a 170° per 15' e poi a 160° per altri 30 minuti circa ma regolatevi con in vostro forno e fate la prova "spaghetto".
Io metto sempre sul fondo del forno la teglia del plumcake con un pò d'acqua per mantenere l'umidità.
Durante la cottura se vedete che il pandoro si colora troppo coprite con un foglio di alluminio.
Dopo aver sfornato e fatto raffreddare spolverizzate con lo zucchero a velo. Conservate in una busta di cellophane trasparente.

Nutellotti

Un dolcetto fine pasto calorico ma sfizioso, semplice e veloce da realizzare....con l'ingrediente più amato al mondo!!

Ingredienti:
180 gr. nutella
1 uovo
150 gr. farina

Nutella per la decorazione q.b.











Procedimento:
Impastare tutti gli ingredienti insieme, formare una palla, coprire con pellicola trasparente e riporre in frigo una trentina di minuti. Se avete fretta potete passare direttamente alla fase successiva.
Formare delle palline grandi come una noce, posizionarli su una teglia rivestita di carta forno, schiacciare con il dito al centro della pallina, aiutandovi con una sac a poche, guarnite il buco creato con altra nutella.
Cuocete in forno caldo a 170° forno ventilato per circa 10-12 minuti.
Sfornare e spolverizzare di zucchero a velo.
In alternativa, se li volete ancora più gustosi, potete cuocere i biscotti e decorarli con la nutella dopo la cottura.

Sugo di olive alla Barilla

Quando siamo stati in vacanza a Parigi, la sera tornati a casa, non mancava mai un piatto di pasta a ricaricarci delle energie sprecate, spesso però, per semplificare utilizzavamo i sughi pronti Barilla che lì spopolano.
Mia figlia ha adorato il sugo alle olive, così tornata a casa mi sono cimentata per riprodurlo fedelmente...beh a detta di mia figlia ci sono riuscita!! Oggi lo propongo a voi!

Ingredienti per 6 persone:
2 confezioni di pomodorini in scatola
150 gr. olive nere snocciolate
150 gr. olive verdi snocciolate
3 pomodorini secchi sott'olio
1 cucchiaio di capperi sott'aceto
1 cucchiaio di origano
1 spicchio di aglio
Olio q.b.
Sale





Procedimento:
In un tegame dorare uno spicchio d'aglio con l'olio, aggiungere le olive spezzettate, cuocere per un minuto circa e aggiungere i pomodorini in scatola, raggiungere il bollore e dopo abbassare la fiamma e cuocere per 10 minuti circa.
Mentre cuoce il sugo far bollire l'acqua per la pasta, nel momento in cui calate i fusilli nell'acqua, aggiungere al sugo i pomodorini sott'olio, i capperi, l'origano e regolare di sale, assaggiate preventivamente il sugo in quanto le olive e i capperi possono già averlo insaporito.
Quando scolate la pasta ricordatevi di lasciare da parte un po' di acqua di cottura.
Frullare tutto il sugo nel mixer o con il frullatore ad immersione lasciandolo leggermente granuloso, condire i fusilli con una buona parte di sugo, aggiungere un paio di cucchiai di olio a crudo, saltare la pasta e se vedete che è leggermente asciutta aggiungere un paio di mestoli di acqua di cottura.
Servire con un'abbondante cucchiaio di sugo e, se gradito, una manciata di parmigiano.
Buon appetito!

Hamburger con sorpresa

Ci sono volte in cui le ricette nascono così, per caso, quando la tua fonte di ispirazione è solo ed unicamente il frigorifero. Aprendolo guardi un po' cosa c'è dentro e cerchi di sfruttare al meglio quello che ti offre e così è stato per questa ricetta.
Vediamo un po'....

Ingredienti:
200 gr. carne macinata mista
(vitello, pollo, maiale)
2 melanzane
1 panino
1 uovo
latte q.b.
1 spicchio di aglio
Erbe aromatiche
(erba cipollina, salvia, basilico)
Paprika
1 cucchiaino di ketchup
Parmigiano
Olio, sale e pepe
Pangrattato e farina di mais
Scamorza affumicata

Procedimento:
Iniziamo con ammollare il pane in una ciotola con del latte, laviamo la melanzana e la tagliamo a funghetto con la buccia, in un tegame rosoliamo uno spicchio di aglio con l'olio e cuciniamo la melanzana, facciamo appassire, aggiungendo anche un cucchiaio di acqua se serve, e aggiungiamo le erbe aromatiche scelte, saliamo e terminiamo la cottura.
Una volta raffreddata la melanzana, la riduciamo in polpa con un frullatore ad immersione o nel mixer, aggiungiamo la carne, il parmigiano, il pane ammollato e ben strizzato, l'uovo, la paprika, il ketchup, saliamo e pepiamo. Se l'impasto è troppo morbido aggiungiamo pangrattato, se lo sentite troppo sodo aggiungiamo un po' di latte (potete utilizzare quello avanzato in cui avete ammollato il pane).
In una coppa larga mescolare in pari dose farina di mais e pangrattato, ci serviranno per la panatura degli hamburger.
Creare delle palline di circa 50 gr., schiacciare e al centro mettere un pezzo di scamorza affumicata, riformare la palla e poi passarla nel mix per l'impanatura schiacciandola e dandogli la forma di un hamburger.
Posizionare tutti gli hamburger su una teglia ricoperta di carta forno, passare un filo di olio su ognuno e cuocere, in forno caldo ventilato, a 180° per circa 25 minuti, regolatevi finché la panatura non sarà diventata bella dorata e croccante.
Servire immediatamente per avere l'effetto wow della scamorza filante....io ho atteso un po' troppo ahahahahah.

Ferri di cavallo

I miei tanto amati ferri di cavallo....biscottini al burro inzuppati nel cioccolato fondente, preparati soprattutto in occasione del Natale, ormai per me tanto amati perché legati ad un momento speciale.
Stessa ricetta utilizzata per realizzare i biscottini di Halloween.

Ingredienti per la frolla:
400 gr. farina
250 gr. fecola di patate
2 uova
330 gr. burro
200 gr. zucchero a velo
1 bustina di lievito pan degli angeli







Procedimento:
Impastare la frolla, conservarla in frigo ricoperta di pellicola trasparente per circa 30 minuti.
Trascorso questo tempo, creare dei bastoncini stretti e lunghi circa 8 cm e poi procedere a piegare dando la tipica forma a ferro di cavallo.
Infornare a 170° per circa 15-20 minuti, devono dorarsi leggermente, sfornare e far raffreddare.
Una volta freddi passarli nel cioccolato fondente, sciolto a bagno maria, e fare raffreddare.
Per Natale ci si può sfiziare utilizzando stampini a forma di cuoricini, alberelli o stelline.

Biscottini di Halloween

Idea simpatica per divertire i propri bimbi e i loro amichetti in occasione di Halloween, golosissimi biscottini al burro alcuni ricoperti di cioccolato fondente e altri di glassa di zucchero o, in alternativa, pasta di zucchero.


Ingredienti per la frolla:
400 gr. farina
250 gr. fecola di patate
2 uova
330 gr. burro
200 gr. zucchero a velo
1 bustina di lievito pan degli angeli








Procedimento:
Impastare la frolla, conservarla in frigo ricoperta di pellicola trasparente per circa 30 minuti.
Trascorso questo tempo, stendere la frolla e con gli stampini creare i biscotti.
Infornare a 170° per circa 15-20 minuti, devono dorarsi leggermente, usciteli dal forno e fateli raffreddare.
Una volta freddi decorarli come più si desidera.

Aperitiamo con il salmone??

Oggi vorrei darvi qualche idea per preparare stuzzichini e finger food che abbiano come ingrediente principale il salmone è, nella maggior parte dei casi abbinato al patè di olive nere, un abbinamento che amo tantissimo!

Fettine di baguette con patè di olive nere o zucchine con salmone affumicato


Crostini con patè di olive nere, salmone affumicato e marinato in olio e lime, fettina di cetriolo e scorzetta di lime


Involtini di salmone, farciti con formaggio cremoso, con semi di sesamo e limone


Pancarrè ritagliato (in questo caso alberello di natale) con patè di olive, fettina di salmone affumicato e marinato in olio e limone e oliva snocciolata.


Pasticciotto leccese

Questa ricetta viene direttamente da una salentina purosangue, una utente del vecchio forum. L'ho rifatta esattamente secondo le sue indicazioni affinché venisse perfetto, l'unico particolare è che non avendo le formine ne ho realizzati due giganti!!! A me è piaciuto tanto!!



Ingredienti per 8 pasticciotti:
300 gr farina 00
150 gr strutto
150 gr zucchero
3 tuorli
buccia grattugiata di mezzo limone

Ingredienti per la crema pasticcera:
500 ml latte
3 tuorli
75 gr farina
150 gr zucchero
buccia di 1 limone

Per la spennellatura:
Albume sbattuto con l aggiunta di poco latte .




Procedimento:
Il segreto per l ottima riuscita di questo dolce è lo strutto, perciò io vi consiglio di non sostituirlo con il burro, cambierebbe del tutto il sapore.
Preparare la crema pasticcera per prima, (perché deve raffreddare), in una pentola mettere i tuorli e lo zucchero, montare, aggiungere farina e poco alla volta il latte, la scorza del limone e portare a cottura su fiamma bassa fino ad addensare sempre mescolando, una volta addensata togliere la buccia del limone, fare raffreddare coperta da pellicola (per evitare che si formi la crosticina sopra).
Mettere sul piano lavoro la farina, lo zucchero, al centro lo strutto, i tuorli, la scorza grattugiata, impastare il tutto fino a ottenere un panetto di frolla omogeneo, fare riposare in frigo avvolta da pellicola per 30 minuti. Spolverare il piano lavoro con la farina e stendere il panetto do frolla dello spessore di circa 7 / 8 mm, ricavare 8 dischetti più grandi e 8 dischetti più piccoli, con i grandi foderare lo stampo, (stampo imburrato e infarinato) cioè il fondo e i lati, bucherellare il fondo con una forchetta, riempire con la crema pasticcera e chiudere con il dischetto più piccolo, eliminando l'eccesso dei bordi, sigillare per bene i bordi, spennellare con l'albume leggermente sbattuto con l aggiunta di poco latte, infornare a forno già caldo a 180 per i primi 10 minuti e poi aumentare a 200 fino a che non è ben dorato (all'incirca altri 5 minuti). Fare raffreddare completamente il pasticciotto prima di estrarlo dalla formina, spolverizzare con lo zucchero a velo.

Orecchiette e cime di rape

Eccomi con una ricetta tipica della mia città e della mia regione, semplicissimi ingredienti per un piatto dal sapore deciso e inconfondibile, ovviamente amalgamati con le mitiche orecchiette della mia cara nonnina Vittoria!!


Ingredienti:

180 gr. Orecchiette (possibilmente fresche fatte in casa)
1/2 kg di cime di rape
Acciuga sott'olio
Aglio, olio e peperoncino






Procedimento:
Pulire bene le rape e bollirle in acqua bollente salata con un pizzico di bicarbonato, per mantenere vivo il colore delle rape.
Se le orecchiette sono fatte in casa dopo circa 5 minuti aggiungerle nel tegame, altrimenti se potete cucinare tutto insieme, rape e orecchiette, per circa 10 minuti.
Nel frattempo in un saltapasta versare un paio di cucchiai di olio, aggiungere uno spicchio di aglio vestito, un paio di acciughette sott'olio e un peperoncino. Far cuocere il tutto fino a scioglimento delle acciughette, dopodichè eliminare l'aglio e il peperoncino e saltare nell'olio orecchiette e rape.
Servire e gustare, magari accompagnando il piatto da un bicchiere di frizzantino bianco.

Merluzzo sfogliato

Qualche filetto di merluzzo in frigo....depressione a mille al pensiero di come prepararlo per fare in modo che lo mangiasse anche la mia bimba di 8 anni.....poi si accende la lampadina  ...in frigo ho un rotolo di pasta sfoglia, in dispensa boccaccio di pesto pronto (che lei adora)...allora ci provo  

Ingredienti per 4 sfiloncini:
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
4 filetti di merluzzo
50 gr. pesto al basilico pronto

(meglio se preparato in casa)
4 cucchiaini di patè di olive nere
Semi di sesamo
Olio q.b.












Procedimento:
Spinare per bene i filetti di merluzzo, srotolare la sfoglia e tagliarla in 4 parti, adagiare i filetti di merluzzo su ogni rettangolo di sfoglia, spalmare su ogni filetto un po' di pesto e un cucchiaino di patè di olive nere. Regolarsi con il sale in base alla sapidità delle salsine utilizzate, io ad esempio non ho utilizzato proprio sale.

Chiudere la sfoglia arrotolandola interno al filetto facendo in modo che la chiusura si trovi sul fondo.
Spennellare con un po' olio e cospargere di semi di sesamo, infornare a 180° per circa 30-40 minuti, almeno fino a doratura della sfoglia.
Io l'ho servito su un letto di insalata verde e pomodorini tagliata in piccoli bocconcini.


Palamita mediterranea con purè agrumato

Premetto che adoro la cucina semplice e di effetto del grande chef Antonino Canavacciuolo, ho sempre seguito i suoi programmi in tv e tra le sue tante ricette mi era rimasta impressa una in cui valorizzava il sapore di un pesce poco conosciuto ma molto genuino come la palamita.
Semplice e di rapida esecuzione, con prodotti e profumi tipici del sud Italia, poveri ma gustosi, provate questa ricetta e vedrete che con poco saprete stupire i palati dei vostri commensali.

Ingredienti:
1 palamita di circa 350 gr.
3-4 pomodorini
200 gr. patate bollite
1 cucchiaino di capperi
3 olive
Erbe aromatiche
possibilmente fresche
(salvia, rosmarino, basilico, maggiorana)
Olio, sale e pepe
Zest di limone, arancio e mandarino
1/2 bicchiere di acqua calda



Procedimento:
Bollire le patate: calarle in un tegame di acqua fredda, portare a bollore, far cuocere per circa 10 minuti e prima di spegnere fare la prova forchetta.
Sfilettare la palamita, eliminare le spine e tagliarlo a pezzi grandi, lasciando la pelle.
In una coppetta fare una dadolata piccola di pomodorini, condirli con le erbe aromatiche, i capperi e le olive tutto sminuzzato, olio, sale e pepe e lasciare da parte.
Sbucciare le patate e schiacciarle in purea, ripassarle in padella con il mezzo bicchiere di acqua calda, il zest di agrumi, salare e creare un profumato purè.
Riscaldare per bene il fondo di un largo tegame, porre un foglio di carta forno e adagiare i filetti di palamita dal lato della pelle, far cuocere per bene, girare dopo cinque minuti e lasciar terminare la cottura per altri due minuti.
Terminate le preparazioni, comporre il piatto.
Fare un fondo con il purè di patate agrumato, adagiare i filetti di palamita, aggiungere i pomodorini conditi e un filo di olio crudo.
Et voilà!! Buon appetito!

Lasagna bianca di verdure

E poi ti alzi una domenica mattina con la voglia di preparare per pranzo una bella lasagna....ma non di quelle classiche rosse, con tanto sugo, carne e mozzarella, ma voglia di lasagna bianca!!
Però, eh si purtroppo c'è un però! mio marito non mangia besciamella e la panna solo in piccole quantità e allora sforzo il cervellino ed ecco l'idea, ispirata dalla lasagna all'ortolana della mia amica Micky....verdure spadellate, pesto e finta besciamella.
Avete capito bene!! Finta besciamella realizzata frullando mozzarella e latte.
Leggera, gustosa e pronta in pochissimo tempo.
Ecco la ricetta!

Ingredienti per 2 persone:
150 gr. lasagne fresche
100 gr. pesto di basilico
200 gr. latte
300 gr. mozzarelle nodini
1 peperone rosso
1 zucchina grande
1 melanzana piccola
5-6 funghi cardoncelli
Parmigiano
Olio, sale, pepe
Scalogno







Procedimento:
In un'ampia padella scaldare un filo di olio con lo scalogno, aggiungere le verdure tagliate a cubetti, cuocere per circa 10 minuti, successivamente aggiungere un altro cucchiaio di olio, salare e pepare a piacere e finire di cuocere per altri 10 minuti circa, aggiungendo se necessario, un goccino di acqua.
Nel frattempo frullare con il mixer ad immersione la mozzarella con circa 160 gr latte, creando la finta besciamella.
A parte in una coppetta stemperare il pesto con il latte restante.
Prendere una bella teglia da forno e preparare la lasagna alternando gli strati, partire con un paio di cucchiai di finta besciamella sul fondo della teglia, adagiare la sfoglia di pasta fresca, le verdure, un po' di pesto, la finta besciamella e una spruzzata di parmigiano, continuare fino all'esaurimento degli ingredienti.
Coprire la teglia con la carta alluminio e infornare a 180° per circa 20 minuti, trascorso questo tempo, togliere la carta alluminio e terminare la cottura per altri 20 minuti circa, o almeno fino all'assorbimento del liquido di cottura e alla formazione di una leggera crosticina in superficie.
Porzione, servire e gustare!! Buon appetito!

Linguine scampi e carciofi

Forse ormai lo avete capito....non amo lunghe preparazioni in cucina, i miei piatti sono caratterizzati dalla rapidità di esecuzione, perchè il tempo a disposizione spesso è pochissimo, ma la voglia di mangiar bene è inversamente proporzionale....così ecco qui un piatto fresco e saporito, per cui si può, volendo, utilizzare anche i carciofi surgelati.

Ingredienti:
12 Scampi
4 Carciofi
5-6 Pomodorini
Olio
Aglio
Sale

Vino bianco
Limone









Procedimento:
Pulire alcuni scampi e preparare un fumetto di pesce con le sole teste, nel frattempo pulire i carciofi, tagliarli a listarelle e farli soffriggere in padella con olio, aglio e tre-quattro scampi. Sfumare con il vino bianco. Aggiungere gli altri scampi.
Man mano che si asciuga aggiungere, un cucchiaio alla volta, il fumetto di pesce. Verso fine cottura aggiungere i pomodorini ciliegina tagliati a metà. Appena pronta la pasta, saltarla in padella insieme al resto degli ingredienti, aggiungendo in ultimo il succo di un limone.
Servire con qualche scampo intero come decorazione.

Golosità in coppa

10 minuti!!!
Solo 10 minuti per preparare due coppette deliziose e appaganti per il palato di due golosoni!!

Ingredienti:
Crema pasticcera
Nutella
Riso soffiato, granella di nocciole,
palline di cioccolato, wafer sbriciolati
o tutto quello di goloso e sfizioso che
avete nella vostra dolce dispensa.









Procedimento:
Ho preparato un po' di crema pasticcera, ho sciolto un paio di cucchiai di nutella in un cucchiaio di latte caldo e ho composto queste coppe alternando nutella, crema, nutella. Alla fine ho sparso del riso soffiato, scaglie di cioccolato e una spruzzatina di zucchero a velo....il tutto in soli 10 minuti.
Dolcissima bontà!!!

Farro zucchine e pesto

Corri di qui, corri di là, la nostra vita di mamma è sempre una corsa contro il tempo.
Durante la settimana soprattutto, mi ritrovo così con poco tempo da dedicare alla cucina ma con tanta voglia di non mangiare sempre le stesse cose e il cervello si deve pertanto ingegnare.
Oggi ho trovato subito l'ispirazione guardando la mia pianta di basilico piena di belle foglie verdi....
Ho guardato in dispensa e avevo tutto ciò che mi serviva per creare questo piatto semplice, leggero e adatto ad essere preparato con largo anticipo.

Ingredienti:
Farro
Basilico
Olio
Parmigiano
Mandorle
Pinoli
Sale
Zucchine








Procedimento:
Mettere a bollire l'acqua per cucinare il farro, tagliare le zucchine a quadratini e spadellarle in un tegame con un po' di olio e sale, aggiungendo un po' di acqua se necessario.
Nel frattempo con un mortaio o con un frullatore ad immersione preparare il pesto con cui condiremo il farro, frullare il basilico, ben lavato ed asciugato, con olio, un pizzico di sale, parmigiano, mandorle e pinoli secondo proprio gusto.
Una volta scolato il farro, condirlo con il pesto, aggiungere le zucchine spadellate e, a gradimento, spolverizzare un po' di parmigiano.
Questa insalata di farro può essere gustata sia calda che fredda, quindi ideale da portarsi al mare o in ufficio.
E' possibile anche preparare un tortino aggiungendo della mozzarella o della scamorza infornando  per circa 30 minuti a 180°.


Riso venere, zucchine e gamberetti

Un piatto versatile e semplice, quasi oramai un classico, per un pranzo gustoso, una gita fuoriporta, una giornata al mare, da mangiare caldo o anche a temperatura ambiente, con la possibilità di prepararlo in anticipo....il tutto con soli tre ingredienti.

Ingredienti:
Riso venere
Zucchine
Gamberetti
Olio e sale










Procedimento:
Mentre fate bollire il riso per circa 18 minuti, in una wok o un tegame abbastanza grande fate saltare le zucchine e dopo una decina di minuti aggiungete i gamberetti puliti, regolate di sale e continuate la cottura, aggiungendo un pochino di acqua se necessario, per al massimo altri cinque minuti. Una volta pronto il riso, saltatelo nel tegame aggiungendo un cucchiaio abbondante di olio extravergine di oliva.
Servite e gustate!!

La mia seconda principessa

Come anticipato in qualche post diversi mesi fa, ero in attesa della mia seconda principessa.
A dicembre, in prossimità del Natale è nata Alessia, il bellissimo regalo di Natale che il Signore ha donato alla mia famiglia.
Al compimento del suo terzo mese, la notte di Pasqua è stata battezzata e questa è la torta che io personalmente, con tutto l'amore che potevo metterci, ho realizzato per festeggiare questo grande evento.
La cosiddetta "ciliegina sulla torta" di una giornata fantastica ed emozionante.
Auguri piccolina mia e che il Signore illumini sempre il tuo cammino.



Questi sono i vasetti, sempre realizzati da me, per la confettata. Intorno al tappo ho realizzato un braccialetto con un ciondolo a forma di angioletto.



Questi invece sono i fiorellini di marshmallow, realizzati con mia figli grande Silvia, da regalare ai bimbi presenti alla festa.



E queste sono foto della tavola addobbata per le foto con la torta.






I miei panzerotti baresi...passo passo

Dato il successo dei miei panzerotti baresi, in questo post inserisco il procedimento completo di fotografie per realizzarli passo passo.
Qui troverete la ricetta che ho postato diverso tempo fa.
Spero che con questo post risulti più semplice riuscirli a realizzarli....perché sono davvero una bontà unica!!

Dopo aver impastato e messo a lievitare la massa per l'impasto dei panzerotti, e aver preparato il ripieno per la farcitura, dividere l'impasto in tante palline dello stesso peso,


stenderle una alla volta, 


riempire una parte del cerchio con il ripieno precedentemente preparato,


sovrapporre i due lembi uno sull'altro, sigillare bene i bordi aiutandosi magari con una rondella


e friggere in abbondante olio di arachidi bollente.


Mangiare caldi caldi con la mozzarella colante.....da leccarsi i baffi :-)

Fusilli tricolore

Zucchine fresche raccolte direttamente dall'orto con le mie mani...fiordilatte appena acquistata dal caseificio....pomodorini sott'olio fatti in casa...capperi della nostra campagna....non potevo esimermi da sperimentare una nuova ricetta.
Ottimo piatto dai sapori forti e decisi!!


Ingredienti:
Fusilli
Zucchina
Capperi
Pomodorini sott'olio
Mandorle pelate
Fiordilatte
Aglio olio e sale q.b.







Procedimento:
Tagliare a dadini le zucchine e mettere a bollire in una pentola l'acqua salata per la pasta.
In una wok dorare uno spicchio di aglio con un paio di cucchiai di olio, aggiungere le zucchine e lasciar cuocere a fiamma vivace girando ripetutamente. Se necessario aggiungere un po' di acqua di cottura.
aggiungere i capperi, i pomodorini sott'olio tagliati a striscioline e le mandorle pelate.
Mettere da parte un po' di acqua di cottura, scolare la pasta e aggiungerla nella wok, aggiungere metà fiordilatte tagliata a cubetti e amalgamare per bene gli ingredienti.
Servire aggiungendo della mozzarella fiordilatte sfilacciata fresca sulla pasta e una spolverizzata, se gradita, di grana padano.
Buon appetito!

Le tette delle monache o sospiri

Questa che vi sto per descrivere è una ricetta tipica di un paese in provincia di Bari, Altamura....un piccolo bijoux della nostra pasticceria pugliese, di una sofficità e leggerezza unica.
Le tette delle monache sono dei piccoli e sofficissimi pandispagna farciti di una gustosissima crema diplomatica.
Vorrei precisare che i sospiri, invece, sono un dolce molto simile ma tipico di Bisceglie, bagnato con alchermes e ricoperto di glassa bianca.
Ho tentato più di una volta la realizzazione di questo dolce senza essere mai soddisfatta del risultato.
Oggi invece sono finalmente riuscita nell'intento. Sicuramente è da perfezionare la forma, ma il sapore corrisponde esattamente a quelle di pasticceria assaggiate. Ero troppo entusiasta per non pubblicarla subito e farvi partecipi del mio obiettivo raggiunto.
Con le dosi indicate realizzate circa 15-16 pezzi.


Ingredienti per i dolcetti:
200 gr. farina Africano mix
50 gr. zucchero a velo
4/5 uova medie


Ingredienti per la crema:
400 ml. latte
100 ml. panna fresca
1 uovo intero
125 gr. zucchero
60 gr. farina 00 setacciata
bacca di vaniglia




Procedimento:
Montare le uova con lo zucchero fino a che l'impasto non diventa cremoso, diminuire la velocità della planetaria o delle fruste al minimo e aggiungere la farina Africano mix (potete trovarla nei negozi specializzati per dolci e in qualche supermercato), amalgamare il tutto per circa 6 minuti.
Appena pronto l'impasto trasferirlo in una sac a poche con il beccuccio largo. Potete riempire dei pirottini larghi circa 4 cm per un'altezza di 2 cm creando la tipica punta centrale o, in alternativa, potete adagiarle direttamente su una teglia foderata di carta forno.
Infornare a 180° forno statico preriscaldato per circa 20 minuti, devono risultare dorate e asciutte, se non sono asciutte, fuori dal forno, tendono a sgonfiarsi.
Mentre sono in forno procedete a preparare la crema: riscaldate il latte e la panna insieme con i semi di una bacca di vaniglia, in un altro tegame sbattere l'uovo con lo zucchero, quando sono ben amalgamati aggiungere la farina setacciata, in seguito, poco per volta, aggiungere il latte caldo, porre il tegame sul fuoco e portare a bollore continuando a mescolare.
Una volta fredde le tette delle monache, praticare un foro sotto e farcire con la crema, spolverizzare di zucchero a velo e servire!!