Palamita mediterranea con purè agrumato

Premetto che adoro la cucina semplice e di effetto del grande chef Antonino Canavacciuolo, ho sempre seguito i suoi programmi in tv e tra le sue tante ricette mi era rimasta impressa una in cui valorizzava il sapore di un pesce poco conosciuto ma molto genuino come la palamita.
Semplice e di rapida esecuzione, con prodotti e profumi tipici del sud Italia, poveri ma gustosi, provate questa ricetta e vedrete che con poco saprete stupire i palati dei vostri commensali.

Ingredienti:
1 palamita di circa 350 gr.
3-4 pomodorini
200 gr. patate bollite
1 cucchiaino di capperi
3 olive
Erbe aromatiche
possibilmente fresche
(salvia, rosmarino, basilico, maggiorana)
Olio, sale e pepe
Zest di limone, arancio e mandarino
1/2 bicchiere di acqua calda



Procedimento:
Bollire le patate: calarle in un tegame di acqua fredda, portare a bollore, far cuocere per circa 10 minuti e prima di spegnere fare la prova forchetta.
Sfilettare la palamita, eliminare le spine e tagliarlo a pezzi grandi, lasciando la pelle.
In una coppetta fare una dadolata piccola di pomodorini, condirli con le erbe aromatiche, i capperi e le olive tutto sminuzzato, olio, sale e pepe e lasciare da parte.
Sbucciare le patate e schiacciarle in purea, ripassarle in padella con il mezzo bicchiere di acqua calda, il zest di agrumi, salare e creare un profumato purè.
Riscaldare per bene il fondo di un largo tegame, porre un foglio di carta forno e adagiare i filetti di palamita dal lato della pelle, far cuocere per bene, girare dopo cinque minuti e lasciar terminare la cottura per altri due minuti.
Terminate le preparazioni, comporre il piatto.
Fare un fondo con il purè di patate agrumato, adagiare i filetti di palamita, aggiungere i pomodorini conditi e un filo di olio crudo.
Et voilà!! Buon appetito!